Follow by Email

30/12/13

MA QUANTO E' BELLO PRENDERE PER IL CULO LA GENTE!


Mi sono sforzato fino alla fine di non scrivere più nulla riguardo alla questione delle centrali (a "biomasse" e "biogas") che hanno invaso Portogruaro e dintorni, ma non è facile far finta di nulla quando, tuo malgrado, sei costretto ad assistere a certe indecenze.

Ad esempio, vedere i miei due bambini, che frequentano le scuole elementari, tornare a casa da scuola con in mano un libretto distribuito dal Comune di Portogruaro dal titolo "Rapporto sullo stato dell'ambiente 2013", in cui il sindaco e l'assessore alle politiche ambientali, spacciano tale "studio"  a degli ignari bambini, ai loro genitori e ai cittadini del comune in generale, come "una azione di grande trasparenza... che ha richiesto anche l'investimento di importanti risorse umane ed economiche per l'acquisto di strumentazione e per l'organizzazione di campagne specifiche...bla bla bla".

22/12/13

BABBO NATALE ESISTE!!



Avevo smesso di credere a Babbo Natale e alla Befana quando avevo 6 anni, ma dopo quarant'anni esatti ricomincio a credere nella loro esistenza, soprattutto a quella di Babbo Natale!

Verso le 14.45 del 22 dicembre, quindi con ben tre giorni di anticipo, il buon omone vestito di rosso con la barba bianca, ha esaudito il mio desiderio di farmi ritrovare i quattro commenti scomparsi, relativi all'articolo scritto su questo blog lo scorso 8 dicembre "ANCHE SARA MORETTO TRA I 150 ABUSIVI DEL pARLAMENTO".

Un fatto curioso, non c'è che dire, dal momento che la strana scomparsa dei commenti in questione mi era balzata agli occhi la sera precedente, guardando le letture dei vari articoli pubblicati nel blog nella pagina blogger. 

LADRI DI COMMENTI



Nella notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre, tra le ore 00.00 e le 2.00, qualche oscuro soggetto, che comunemente viene chiamato HACKER, ha fatto sparire i 4 commenti che seguivano l'articolo del giorno 8 dicembre dal titolo "ANCHE SARA MORETTO TRA I 150 ABUSIVI DEL pARLAMENTO" (leggi qui l'articolo).

I motivi di un gesto così vigliacco mi sono sconosciuti, e i commenti in oggetto non contenevano nessuna notizia o rivelazione di particolare importanza, almeno per il sottoscritto.

Si trattava di uno scambio di opinioni tra il sottoscritto ed una tal Cristina Maranesi, la quale, dopo una breve ricerca in internet, risultava essere una militante del PD del circolo di Vimercate (MI). (qui)

21/12/13

PERCHE' L'ITALIA E' MORTA E PERCHE' E' GIUSTO ABBANDONARLA


Tutti coloro che seguono con attenzione l'evolversi di questa interminabile "crisi" economica e di valori, si saranno resi conto che ormai la situazione in cui l'Europa intera e l'Italia in particolare sono piombate, è irrecuperabile. 
Senza speranza di salvezza alcuna!

Non si tratta di pessimismo come alcuni potrebbero pensare, ma di logica, derivante da una attenta osservazione di tutti quei fattori e parametri socio-economici i quali, in maniera inequivocabile ci stanno dicendo che il banco è saltato.

Basta guardare l'andamento reale della disoccupazione, della inarrestabile moria di imprese, del crescente indebitamento dello stato italiano nei confronti del sistema bancario privato, della fuga di capitali all'estero e di come i capitali dall'estero, a causa di una tassazione ed una burocrazia da fine impero, evitino come la peste di investire in Italia. E senza contare l'esponenziale aumento del numero di persone che negli ultimi anni hanno abbandonato il paese o si stanno preparando a farlo.
Basti sapere che, negli ultimi 50 anni prima del suo definitivo tracollo, l'Impero Romano, e nello specifico la città di Roma, fu abbandonata dal 75% dei suoi abitanti.

17/12/13

LO STUDIO DI UBS CHE CONDANNA LE BANCHE ITALIANE


Come anticipato in un precedente articolo, scrissi che non avrei più parlato della situazione delle decotte e fallite banche italiane; infatti non ne parlerò affatto e lascio la parola ad un articolo ripreso dal sito il nord, che suona come il REQUIEM per le maggiori banche del paese. 

Uno studio dell'Unione Banche  Svizzere (UBS), mette in evidenza lo stato di pre-fallimento di almeno tre banche italiane che, a causa di crediti deteriorati, si sono "mangiate" l'intero patrimonio: 
BPM, CARIGE, Banco Popolare.


Tutte le altre banche, da Unicredit (o Unidebit, come ormai viene chiamata) a Banca Intesa a MPS (Monte Pacchi di Siena), ecc. non sono messe meglio...l'importante è continuare a tenere i propri risparmi dentro queste banche!

13/12/13

MONTI ELOGIA RENZI! SENTO UNA GRAN PUZZA DI M...



Sulla pagina del profilo face book dell'eurocrate Mario Monti, si può leggere il personale apprezzamento di questi nei confronti del nuovo segretario del PD, Matteo Renzi.
 
Basta leggere le prime righe per capire quello che in molti, compreso il sottoscritto, pensano da sempre: Renzi è una fregatura, uno specchietto per le allodole, un "berluschino" (come lo ha definito l'ottimo blogger Uriel Fanelli) al quale i sinistri elettori vogliono affidare le loro mal riposte speranze per continuare a mantenere le rendite di posizione ed i privilegi acquisiti negli anni in questo paese governato da lobbisti, massoni e banchieri, i quali, molto spesso sono le medesime persone.

E' sufficiente leggere gli apprezzamenti che l'attempato signore delle banche rivolge al giovane arrivista di Firenze, per essere certi che non cambierà nulla e la sinistra, che ormai non esiste più da trent'anni almeno, scomparirà definitivamente, sepolta dalle macerie che essa stessa ha creato.

10/12/13

ISTITUZIONI ILLEGITTIME


Il parlamento italiano è illegittimo, ed a stabilirlo è stata la sentenza, seppur tardiva, della Corte Costituzionale del 4 dicembre scorso.
Neanche a farlo apposta, negli stessi giorni, la Corte dei Conti (anche se con un ritardo di "soli" 20 anni), ha stabilito l'indebita appropriazione da parte dei partiti politici di 2,3 miliardi di euro, cioè dei cosiddetti "rimborsi elettorali" che un referendum del 1993 aveva abolito.

Le proteste di questi giorni contro il governo e il parlamento, pur tra tante perplessità, dubbi ed interrogativi, stanno prendendo vigore di ora in ora.
Inoltre, nella storia di questa repubblica, non si era mai visto i poliziotti togliersi il casco in segno di condivisione delle motivazioni della protesta:

«I motivi che hanno spinto molta gente ieri a scendere in piazza li condividiamo. Le tasse troppo alte, gli stipendi bloccati, il disagio economico a cui dobbiamo sottoporre le nostre famiglie li viviamo sulla nostra pelle. E anche noi non ce la facciamo più»;

09/12/13

9 DICEMBRE L'ITALIA SI FERMA. LIVE DELL'EVENTO


L'ITALIA SI FERMA! LA GENTE SCENDE NELLA STRADE.
IMMAGINI LIVE

MOLTO FORTE...



Dopo l'arguta e sgrammaticata discettazione dell'ormai ex segretario del PD, Epifani, l'ennesimo anonimo e scialbo politicante alla guida del sinistro carrozzone, riguardo alla scontata vittoria di Renzi alle primarie, le jeux sont fait...nel senso che è proprio giunto il momento di scappare a gambe levate da questo paese fallito.

Quasi tre milioni di votanti, cioè tre milioni di persone che direttamente o indirettamente, vivono e bivaccano grazie alla politica.
Si tratta di un numero impressionante e purtroppo stimato per difetto, delle persone che in Italia hanno interesse a mantenere lo status quo o che non hanno capito quello che sta succedendo.

08/12/13

ANCHE SARA MORETTO TRA I 150 ABUSIVI DEL pARLAMENTO





In un parlamento di abusivi, ben 150 parlamentari sono più abusivi degli altri!

Queste sono le conseguenze giuridiche derivanti dalla tardiva sentenza della Corte Costituzionale, la quale ha sancito che la legge elettorale del 21 dicembre 2005 (cosiddetta Legge Porcellum) è incostituzionale.

Ci sono voluti ben otto anni per accertare quello che già sapevano tutti e che in molti avevano già scritto e detto più volte; in pratica, tutti i  parlamenti ed i governi dal 2006, da Prodi in poi, sono incostituzionali, quindi illegittimi sarebbero anche tutti gli atti giuridici da loro adottati.

L'avvocato Marco Della Luna, sul suo sito Cratesiologia, al riguardo scrive:

sono incostituzionali, illegittimi, e vanno trattati come tali, il parlamento precedente e il presente, le loro leggi – compresa una eventuale nuova legge elettorale e comprese le loro nuove tasse – , i governi da essi espressi, il pres. Napolitano da essi eletto e rieletto nonché i suoi atti, compresi gli scioglimenti delle Camere; e la stessa Corte Costituzionale, di cui alcuni membri sono stati nominati dai parlamenti illegittimi”.

Tra i 150 abusivi eletti grazie al premio di maggioranza previsto dalla legge elettorale, occupano illegittimamente lo scranno in parlamento, figura anche la deputata portogruarese del PD, Sara Moretto.

Sul blog di Beppe Grillo di sabato 7 dicembre, si leggono le seguenti affermazioni:

07/12/13

ATTENZIONE: DA LUNEDI' 9 DICEMBRE COMINCIA LA PROTESTA



"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino" (Giuseppe Dossetti)


Ovviamente i ridicoli e pilotati mass-media italiani, zerbini dei poteri forti, non dicono nulla, ma dalla mezzanotte di domenica 8 dicembre inizierà la più grande protesta della storia di questa scalcagnata repubblica chiamata Italia.

Si tratta di una protesta che, al punto di non ritorno in cui siamo arrivati è sacrosanta.

- banche fallite che oltre a non prestare nulla, quindi mancando alla loro reale funzione sociale, si fanno salvare con soldi pubblici ed anche con quelli dei correntisti;

- una casta di politici e di burocrati ladra e corrotta da far schifo;

- un Parlamento incostituzionale che continua ad eseguire gli ordini che riceve dai ladri e grassi burocrati di Bruxelles, continuando impunemente ad introdurre tasse, spese e balzelli in capo ad una popolazione ormai ridotta allo stremo;

- nessuno lo dice, ma da gennaio 2014 si parla di IVA al 23%!

03/12/13

IL TEMPO SCORRE INESORABILE... CHI NON SI MUOVE E' PERDUTO


Mentre i corrotti mass-media nostrani cercano in tutti i modi di distrarre gli italiani dai veri problemi che li attanagliano ogni giorno di più, come la mancanza di lavoro, di reddito e di futuro, il tempo della clessidra scorre inesorabile.

Mentre i prezzolati mezzi di informazione vogliono farci credere che le sorti del paese sono nelle mani di Renzi ed Alfano, due insignificanti pupazzi manovrati da poteri molto più grandi di loro, il momento della resa dei conti è ad un passo o poco più.

Mentre Grillo continua a parlare di impeachment a Napolitano (impossibile da attuare per legge) e di un improbabile referendum sull'euro a data da destinarsi...cioè quando sarà troppo tardi...