Follow by Email

13/02/13

Grillo e la questione del microscopio maledetto! Stefano Montanari scrive al blog e racconta tutta la questione nei particolari







La questione del microscopio e dell'ormai annosa diatriba che intercorre tra Beppe Grillo e il dott. Stefano Montanari, pare veramente essere senza fine.
Una storia iniziata  nel "lontano" 2006 e, tra infiniti colpi di scena, pare non essersi ancora conclusa, o perlomeno, le polemiche non si sono ancora sopite.

La questione non è di poco conto, come qualcuno potrebbe obiettare, dal momento che come minimo  è doveroso per tutti noi, conoscere le vere cause, legittime o meno, per cui il microscopio è stato tolto dal possesso diretto del dott. Montanari e di sua moglie, dott.ssa Antonietta Gatti, dal momento che quel particolare strumento era necessario ai due studiosi per continuare le loro ricerche sulle “nanoparticelle”. 

Al riguardo, ho ricevuto una mail da parte del dott. Stefano Montanari, che negli scorsi giorni avevo “importunato” non poco, per chiedergli delucidazioni in merito alle alte concentrazioni di PM 2,5 che di notte ammantano Portogruaro, nella quale mi si chiede di rendere pubblica la sua versione riguardo alla controversa storia del microscopio.

Lo faccio volentieri, e spero che attraverso il documento del dott. Montanari, si possa giungere a chiarire meglio una situazione che, definire spiacevole, forse è ancora poco.

Ovviamente, questo blog rimane a disposizione anche della controparte o chi per essa ne abbia facoltà, per presentare eventuali dichiarazioni, controdeduzioni, osservazioni od obiezioni in merito a quanto dichiarato dal dott. Montanari nel suo memoriale.

Certe questioni, vanno affrontate e possibilmente chiarite una volta per tutte.
Sotto riporto copia della mail ricevuta, con il link.

Buona e attenta lettura.


Caro sig. Pupulin,
 Le sarei molto grato se mettesse il link http://www.stefanomontanari.net/sito/images/pdf/grillo_microscopio.pdf sul suo blog.
 Saluti,
 Stefano Montanari



1 commento:

  1. Come è noto a molti tra coloro che hanno avuto la sventura di frequentare Giuseppe Piero Grillo, il personaggio ha una concezione della morale che mi limito a definire “personale”. Un’altra caratteristica che lo contraddistingue è il coraggio da coniglietto. Chi da lui ha subito torti – e io non sono certo il solo - ha sperimentato come Grillo si sottragga terrorizzato all’idea di un confronto personale. Insomma, ti colpisco alle spalle e poi scappo. Io lo sto cercando da anni, da quando fece interrompere una raccolta fondi a nostro favore iniziata dai grillini di Firenze, e la ricerca si è fatta ancora più assidua quando ci fece sottrarre il microscopio elettronico sottoscrivendo un’azione ripugnante di cui nessuno ha dato una spiegazione ragionevole. Anche da qui lo invito a raccattare il coraggio per incontrarmi e per giustificare ciò che ha fatto non solo a me, che conto ben poco, ma a chi ha donato un soldino per dotarci di uno strumento indispensabile per la ricerca e a tutte le persone cui non possiamo più dare aiuto per causa sua. Se è un uomo, si faccia avanti.

    RispondiElimina